Tomografia sismica

 Home / Pages / Servizi / Tomografia Sismica

Tomografia sismica

 

Il metodo è ideale in aree caratterizzate da forti gradienti laterali di velocità ed aree con topografia non uniforme o strutture subsuperficiali complesse anche dove non ci siano conoscenze preliminari; permette di interpretare correttamente situazioni caratterizzate solo da un forte gradiente invece che da confini netti, e di rilevare anche strutture a sviluppo verticale.



Tomografia sismica

 

In genere, quando l’errore relativo tra curva sperimentale e curva numerica è compreso tra il 5% e il 10% si ha un soddisfacente accordo tra le due curve e il profilo di velocità delle onde di taglio Vs e quindi il tipo di suolo sismico rappresenta una soluzione valida da un punto di vista ingegneristico.

Una volta determinato il profilo di velocità delle onde di taglio verticali Vs è possibile procedere al calcolo della Vs30 (velocità media equivalente di propagazione nei primi 30 m di profondità) e quindi individuare la categoria sismica del suolo.

La procedura di acquisizione dei dati consiste nell'eseguire alcune registrazioni di rumore sismico; la lunghezza delle registrazioni è comunemente di 30 secondi, con intervallo di campionamento di 2 millisecondi.

La registrazione viene quindi caricata su specifico software ("SeisOpt" della Optimsoftware) per l'elaborazione, che è in parte automatica e in parte richiede l'intervento dell'interprete geofisico.