Tecnica ReMi

 Home / Pages / Servizi / Tecnica ReMi

TECNICA ReMi

Misura e determinazione della Vs 30, in ottemperanza nuova normativa sismica per la classificazione del suolo di fondazione ai fini della definizione dell'azione sismica di progetto. Determinazione con la tecnica ReMi, Refraction Microtremor.


Con la tecnica ReMi, il software “SeisOpt” della Optimsoftware e il sismografo GEODE Geometrics risolviamo rapidamente, efficacemente e a costi contenuti, il problema della determinazione del Vs30. Questo parametro consente la corretta classificazione del suolo di fondazione di un sito, ai fini della definizione dell'azione sismica di progetto, come richiesto dalla nuova normativa sismica.

 

REMI: IL METODO SISMICO

ReMi è un metodo sismico che permette di ricavare, da misure in situ superficiali, profili di velocità delle onde trasversali (onde S), secondo quanto previsto dalla nuova normativa sismica. La normativa richiede infatti la determinazione della categoria del sottosuolo di fondazione dei siti attraverso la determinazione del Vs30.
(Vs30 è la velocità media equivalente di propagazione delle onde di taglio entro 30 m di profondità e viene calcolata con la seguente espressione:

Formula tecnica ReMi

hi = spessore (in m);
Vi = velocità delle onde di taglio dello strato i-esimo, per un totale di N strati presenti nei primi 30 m;
N = numero di strati.


I dati vengono acquisiti in superficie mediante strumentazione, sismografi e geofoni verticali, utilizzata nella sismica a rifrazione, utilizzando come sorgente sismica il rumore ambientale, o microtremori, costantemente generati da fonti antropiche o naturali; questo permette di acquisire dati velocemente, senza necessità di impegnative energizzazioni del terreno, proprie di altri metodi. A seconda delle caratteristiche del sottosuolo, della lunghezza dello stendimento e del numero di sensori impiegati il metodo permette di determinare la velocità delle onde trasversali Vs per profondità che vanno da alcune decine di metri a 100 m.

La procedura di acquisizione dei dati consiste nell'eseguire alcune registrazioni di rumore sismico; la lunghezza delle registrazioni è comunemente di 30 secondi, con intervallo di campionamento di 2 millisecondi.

La registrazione viene quindi caricata su specifico software ("SeisOpt" della Optimsoftware) per l'elaborazione, che è in parte automatica e in parte richiede l'intervento dell'interprete geofisico.


Record di rumore ReMi

tempo di registrazione 30 s
intervallo di campionamento 2 ms